Conservare le cellule: al parto, alla villocentesi, all’amniocentesi

Biocell Center è il primo centro al mondo a conservare le cellule staminali placentari. E’ possibile raccogliere tali cellule sia durante la gravidanza sia direttamente dalla placenta, dopo che questa viene espulsa al momento del parto.

Al momento del parto
I villi coriali contenuti nella placenta sono prelevabili al momento del parto, senza andare ad interferire con la nascita del bimbo e senza arrecare nessun danno alla mamma: l’intera placenta viene prelevata a parto avvenuto e, al posto di essere eliminata, viene inserita nell’apposito kit sterile fornito da Biocell Center. Presso i nostri laboratori verrà in seguito processata dai nostri operatori e si procederà alla crioconservazione.

Durante la gravidanza
Durante la gravidanza è possibile raccogliere le cellule staminali del liquido amniotico e dei villi coriali per le pazienti che, per altre ragioni, hanno già deciso di effettuare l’amniocentesi o la villocentesi.
Infatti la conservazione del liquido amniotico o dei villi coriali non introduce alcuna alterazione al metodo di analisi usuale: semplicemente si conservano i primi 3 millilitri invece di buttarli via nel caso dell’amniocentesi, mentre nel caso della villocentesi pochi milligrammi vengono destinati a crioconservazione. Il prelievo del liquido amniotico e dei villi coriali è quindi possibile per ogni ginecologo che effettua normalmente il prelievo, senza pericoli o complicazioni di alcun genere.

Durante il parto
E’ possibile conservare le cellule staminali del liquido amniotico e dei villi coriali anche quando la gravidanza sta giungendo a termine oppure poco prima del parto.
Le cellule staminali amniotiche possono essere infatti raccolte a seguito di un’amniocentesi tardiva (35a settimana), oppure eseguendo un’amniocentesi apposita pochi istanti prima del parto. E’ inoltre possibile raccogliere il liquido amniotico in caso di parto cesareo, nel qual caso il ginecologo può effettuare un semplice prelievo di liquido dal sacco amniotico.
Il Prof. Giuseppe Simoni, già docente di Genetica Medica presso l’Università di Milano ed ora Direttore Scientifico di Biocell Center, ha supervisionato questo lungo processo di ricerca scientifica che consente oggi di crioconservare le cellule staminali del liquido amniotico e dei villi coriali:
“Il nostro obiettivo – spiega il Professor Giuseppe Simoni – è conservare cellule staminali ad alto potenziale terapeutico che sono normalmente eliminate. A seguito di ricerche durate anni, abbiamo dimostrato che piccoli quantitativi di liquido amniotico o villi coriali sono materiali del feto ricchissimi di cellule staminali giovanissime e multi potenti, in grado di differenziarsi in vari tessuti del futuro individuo.”

Scopri l'opportunità di dare un'assicurazione biologica al tuo bambino.

Se hai deciso di conservare le cellule staminali di tuo figlio, aderisci subito all'iniziativa.

Our accreditation

Connect with us

Credits: MonkeyTrip Communication Srl © 2016